venerdì 17 marzo 2017

A SCUOLA SI LEGGE... POPOTUS!

Da gennaio la lettura del quotidiano, a scuola, è iniziata come sfida, ma il coinvolgimento è diventato presto contagioso tanto da essersi trasformato, ora, in una staffetta: a turno, due giorni la settimana, i bimbi di 9-10 anni si alternano nella condivisione, con i compagni e con la docente dell'ultima edizione, del giornale, in particolare di alcune notizie per loro più appassionanti.

C'è il lettore che approfondisce tutti gli articoli, sorseggiandoli dal primo all'ultimo, per dissetare la propria diligente curiosità, ma c'è anche il lettore che ama spiluccare, tra le pagine, alla ricerca dell'informazione sorprendente, o curiosa, magari anche da allungare ad un amico o ad un parente che possa esserne interessato; poi, ancora, c'è quel lettore meno forte che, tra le sue pagine, adora scorgere il gioco, la barzelletta, l'immagine che più sa attirarne l'attenzione. 
Ecco, a ciascuna delle tre tipologie di lettore, Popotus sa indirizzarsi e declinarsi, e questo lo rende piacevole, frizzante, versatile...

Uno dei primi aspetti di notevole impatto emotivo, sia a livello di interesse, sia nei suoi risvolti in termini di cittadinanza attiva, è stato il tema del WEB, in tante delle sue sfaccettature. Questo topic ha accesso un vivace dibattito, che dalla classe è sconfinato a casa, sull'uso delle nuove tecnologie e di internet e che poi è ritornato tra le pareti della scuola, come forma di confronto e di ascolto reciproco.



Il risultato è stata la creazione di un attestato del buon "internauta", che garantisca la sicurezza e la consapevolezza del minore, nell'accesso alla rete.
Ogni bambino si è, dunque, impegnato con i genitori a mettere in atto dei comportamenti corretti e controllati.





Gli alunni, inoltre, grazie alla lettura sistematica degli articoli di Popotus si sono resi conto, senza che l'insegnante glielo facesse notare, che ci sono cicli di informazioni; essi attirano l'attenzione del quotidiano e dei lettori e ritornano nel tempo, rispetto ad altre notizie. E proprio quello della connessione al web è stato uno di questi, anche per il forte impatto personale e sociale che sta avendo, nella vita di tutti e di ciascuno.
Si propone, di seguito, una carrellata dei principali articoli approfonditi, con riferimento alla data dell'edizione.




ESSERE IPERCONNESSI NON È SENZA RISCHI
EDIZIONE DEL 02/02/2017


IL PERICOLO C' È. E SI VEDE
EDIZIONE DEL 07/02/2017


CERCHI LA GUERRA, TROVI LA PACE
EDIZIONE DEL 09/02/2017



MA CHE NOTIZIA È SE LA FONTE NON C È
EDIZIONE DEL 14/02/2017



L'ALTRUISMO VIRALE DURA POCO
EDIZIONE DEL 23/02/2017



AUTOSCATTI A RISCHIO
EDIZIONE DEL 16/03/2017




La buona abitudine di leggere e discutere alcune notizie, per aprire una finestra su di sé e sul mondo, vorrebbe trasformarsi in esigenza di conoscere, di capire e approfondire. Per questo si continuerà a sfogliare le pagine del quotidiano, alla ricerca di spunti per dibattiti significativi, capaci di far crescere e maturare.

Nessun commento:

Posta un commento